MEETING INTERNAZIONALE DELLE RESIDENZE

MEETING INTERNAZIONALE DELLE RESIDENZE 

AIR – artinresidence presenta
MEETING INTERNAZIONALE DELLE RESIDENZE
“Residencies as Learning Environments”

 

Il 29 e 30 giugno 2015 si terrà il Meeting Internazionale delle Residenze presso i Frigoriferi Milanesi in via Piranesi 10, Milano e promosso da AIR – artinresidence (www.artinresidence.it).

Sono diverse le definizioni utilizzate negli ultimi anni per descrivere il valore delle residenze d’artista e per identificare la loro funzione nel sistema dell’arte. Per alcuni, sono dei programmi che permettono agli artisti di sviluppare lavori ambiziosi, che non sarebbero realizzabili senza il tempo e il sostegno specifico offerto da una residenza; per altri, il loro valore principale consiste nella possibilità di entrate in contatto con culture diverse e luoghi intrisi di storia lontano da casa, generando incontri o ampliando conoscenze che hanno un effetto diretto nel lavoro dell’artista. Per altri ancora, le residenze sono soprattutto spazi che favoriscono l’attivazione di processi di ricerca e collaborazione il cui valore è tangibile solo a distanza di tempo.

Rispetto a questo caleidoscopico insieme di valide possibilità, questo meeting propone ancora un’altra prospettiva, ovvero quella di guardare ai programmi di residenze come luoghi di apprendimento (learning environments) e di sviluppo personale e collettivo, complementari ai percorsi di formazione esistenti per gli artisti (Accademia, e programmi di Master e PhD per l’Arte) e integrativi rispetto ai programmi educativi istituzionali, organizzati dai musei e dalle istituzioni artistiche.

L’idea di base è che l’interruzione della routine quotidiana, la variazione della percezione e dell’uso del tempo, i momenti condivisi da artisti e professionisti in un luogo specifico e l’incontro con una nuova cultura, funzionano come catalizzatori per processi di acquisizione, scambio e circolazione di conoscenze. In questo modo questi programmi attivano una conoscenza che è ‘unframed’, informale e non certificata, ma comunque valida e preziosa per l’acquisizione di nuovi modi di fare e pensare sia da parte dell’artista residente, che di coloro che entrano in contatto diretto con lui durante questo periodo (i.e. artisti locali, collaboratori e altri professionisti, pubblico specializzato e non che incontra o partecipa alle attività promosse dall’artista residente).

Parleremo di se e come ciò avviene con direttori e curatori di programmi di residenze provenienti dall’Italia, Paesi Bassi, Lituania, Libano, Bahrein, Egitto, Emirati Arabi e Azerbaijan.

Gli ospiti saranno invitati a presentare la propria organizzazione e a discutere sul concetto di educazione e produzione di conoscenze al fine di presentare progetti e programmi che già operano, o che intendono operare in questa direzione.

L’idea di un incontro internazionale nasce da FARE che, oltre a lavorare al format tradizionale di residenza, sviluppa programmi educativi in collaborazione con partner accademici e internazionali. Sulla base della ricerca interdisciplinare, la condivisione delle conoscenze e lo scambio di esperienze, i programmi indagano diverse aree d’interesse: il know-how della pratica residenziale; il rapporto tra arte e sfera pubblica; il rafforzamento delle capacità di artisti, curatori e operatori culturali.

Il Meeting è curato da Angela Serino, curatrice (ONResidencies) e gli ospiti invitati a parlare al Meeting sono: Mark Vennegoor, Manager Director Res Artis, Amsterdam (NL); Michele Trimarchi, Professore di Analisi Economiche del Diritto presso l’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro e di Economia della Cultura (Università di Bologna); Marie Fol, Programme Manager di Dutch Culture | TransArtists, Amsterdam (NL); Gaetano Carboni; direttore e fondatore di Pollinaria, Pescara; Vytautas Michelkevicius, direttore artistico di NIDA Art Colony, Vilnius (LT); Emilio Fantin, artista membro di “Free Home University”, Lecce; Amanda Abi Khalil, fondatrice e direttrice di Temporary Art Platform, Beirut (LB); Bayan Al Barak Kanoo, fondatrice e direttrice di Al Riwaq Art Space, Bahrain (BH); Giuseppe Moscatello, direttore del Maraya Art Centre, Sharjah (EAU); Sara el Adl, curatrice di Town House Gallery, Cairo (EG); Farid Abdullayev, direttore esecutivo di Yarat Contemporary Art Space, Baku (AZ).

Il Meeting Internazionale delle Residenze rientra nel progetto AIR – artinresidence, il network italiano di residenze d’artista (www.artinresidence.it). Artinresidence, nato nel 2010 da un’idea di FARE, vuole diventare un punto di riferimento per le residenze italiane e non solo grazie ad un processo d’internazionalizzazione appena avviato.

L’evento è creato da FARE, in collaborazione con GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, in partnership con That’s Contemporary, con il contributo di Regione Lombardia e con il supporto di Open Care, Frigoriferi Milanesi e World Trade Center Milano.

 

Il Meeting sarà trasmesso in streaming su Periscope dall’account @artinresidence. Inoltre, il pubblico sarà aggiornato costantemente su Facebook (AIR – artinresidence) e Twitter.

L’evento è gratuito e aperto al pubblico. Per partecipare è necessario iscriversi al seguente link: https://eventbrite.it/event/17483413360/.

>> SCARICA IL PROGRAMMA <<

 

 

Meeting Internazione delle Residenze, 29-30 giugno 2015, Frigoriferi Milanesi, via G. B. Piranesi 10, Milano
Per ulteriori info: AIR – artinresidence, info@artinresidence.it, +39 02 73956317 OPPURE FARE, info@farearte.org